mercoledì 19 marzo 2014

La montagna dei fossili marini

Area archeologico - naturalistica di Guardamonte (Val Curone, Piemonte)


Trascorrere una giornata immersi nella natura della Val Curone, valle che si incunea nell'Appennino ligure, passeggiando per i sentieri dell’Area archeologico-naturalistica del Guardamonte, vuol dire compiere un viaggio a ritroso nel corso della storia umana e della terra, in un contesto ambientale di grande suggestione.

L’area si sviluppa alle pendici del Monte Vallassa (a 754 m.s.l.m.), naturale spartiacque tra il Piemonte e Lombardia, tra le valli Curone (AL) e Staffora (PV).
L’importanza e la bellezza di questo luogo sono determinate dalla compresenza di diversi aspetti: paleontologici, archeologici e ludico-naturalistici.

Da un punto di vista paleontologico il sito di Guardamonte presenta una ricchezza di affioramenti fossiliferi antichi più di 8 milioni di anni fa. Nelle rocce il visitatore attento potrà incappare in fossili di conchiglie e resti di cetacei che raccontano di un passato antichissimo, quando queste terre (e l’intera Pianura padana) non erano altro che il fondale di un mare.


L’area del Guardamonte è da considerarsi uno dei siti di maggiore interesse nell’ambito dell’archeologia preistorica dell’Italia nord-occidentale grazie al fatto di essere stato frequentato dall’uomo per un lungo arco cronologico che i ritrovamenti fanno datare tra il Neolitico (V millennio a.C.) e l’inizio dell’era romana. Inoltre sono ancora evidenti le tracce di un “castelliere” ligure (del VI secolo a.C.) ovvero un primitivo villaggio fortificato d’altura realizzato con importati opere di terrazzamento e muretti con pietre a secco.
Gran parte dei materiali archeologici, rinvenuti durante le diverse campagne di scavo, sono attualmente conservati nel Museo di Antichità di Torino e nel Museo Archeologico di Casteggio (PV).

Il sito è anche conosciuto e apprezzato dagli appassionati di attività outdoor grazie alla presenza di una palestra di roccia naturale, con numerose vie attrezzate e segnalate, di alcuni sentieri trekking (tra cui il Sentiero 103 “Via del mare”) e per l'interessante Osservatorio astronomico di Cà del Monte che organizza moltissimi eventi per avvicinare il grande pubblico alle bellezze e ai segreti del cosmo.

Il visitatore troverà un percorso, di facile percorrenza e adatto a tutti, indicato da pannelli che narrano gli aspetti più interessanti dell’area.

Info /Dove mangiare/Acquisti/Prodotti locali
- Itinerario tra i borghi della Val Curone.
- Comune di Gremiasco (AL) – Informazioni turistiche e approfondimenti.
- Agriturismo Guardamonte, Località Cascina Guardamonte, Gremiasco (AL), tel. 349.4363191.
- Agriturismo Cà del Monte, Località Cà del Monte, Cecima (PV), tel. 0383.549062 www.cadelmonte.it
- Agriturismo Cascina Battignana, Località Cascina Battignana 1, San Sebastiano Curone (AL), tel. 340.9659808, www.cascinabattignana.com
- Osservatorio Astronomico Cà del Monte, www.osservatoriocadelmonte.it
- Ristorante Bar Gelateria Corona, San Sebastiano Curone (AL), tel. 0131.786203, www.corona1702.com
- Pasticceria Bar Statuto, San Sebastiano Curone (AL), tel. 0131.786109


Visualizzazione ingrandita della mappa

Nessun commento:

Posta un commento